Calcio Ascoli
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ascoli, la corsa salvezza: tutti ancora in bilico, ma il Picchio deve assolutamente cambiare marcia

Bianconeri chiamati a tre spareggi consecutivi, ecco la situazione nella parte destra della graduatoria

Guai ad arrendersi. Guai a mollare. La classifica fa paura, la difficoltà della squadra a trovare la via del gol (e, conseguentemente, a vincere) ancora di più. Eppure è vietato gettare la spugna. Così il Corriere Adriatico nell’analisi odierna alla corsa salvezza.

La classifica dice Ascoli quartultimo con 28 punti, a -1 dalla Ternana (29) e a +1 sullo Spezia (27, virtualmente retrocesso in C). Mancano, però, 10 partite e ci sono ancora 30 punti a disposizione per poter rivoluzionare l’attuale classifica. Che, per quanto concerne la lotta salvezza, non fa dormire sonni tranquilli a nessuno dei club che stazionano nella parte destra.

Considerato l’abisso che divide il Palermo, sesto con 46 punti, dal Brescia, settimo a quota 38, anche le Rondinelle devono tenere le antenne drizzate. Certo è che agli uomini di Maran, oggi virtualmente ai playoff, basta poco per blindare la permanenza in B e mirare ad altri obiettivi. Occhio, però, al calendario: serve qualche punto nelle prossime due sfide contro il Parma capolista e il Catanzaro (5°) per evitare di subire il sorpasso di chi è dietro e ritrovarsi nella maxi-bagarre.

Perché dietro sono tutte in fila indiana. A partire da Modena e Cittadella (36), oggi con un rassicurante +7 sui playout ma in crisi da tempo. I Canarini hanno vinto una sola volta nelle ultime 13 partite, i veneti sono reduci da ben otto sconfitte consecutive. E tra due settimane c’è lo scontro diretto, ma prima il Modena ospita una Feralpisalò obbligata a vincere e il Citta fa visita a un Cosenza ugualmente affamato di tre punti.

E le altre? Il Sudtirol, a 35, ha bisogno di punti nell’ostica trasferta contro lo Spezia, perché poi arriva un filotto di gare terribili contro Cremonese (2°), Como (3°) e Parma (1°). Occhio pure al terzetto Pisa, Sampdoria e Bari, tutte a quota 34. A 33, come detto, Cosenza e Reggiana segnano la quota salvezza. Tanti, però, gli ‘spareggi’ da giocare per entrambe le squadre, con i Lupi che dopo la sfida al Cittadella faranno visita a una Ternana (29) oggi ai playout. Le Fere, in caso di risultati favorevoli nel weekend, potrebbero anche provare il sorpasso in zona salvezza tra dieci giorni, mentre l’Ascoli (28) deve muovere la classifica a Marassi prima di altre due sfide determinanti contro Lecco (21) e Spezia (27).

I liguri arriveranno al fondamentale match di Pasquetta dopo altri due spareggi contro Sudtirol e Reggiana. Il Lecco, invece, ha un cammino sulla carta più ostico, come pure la Feralpisalò (24): cinque sfide contro avversari oggi ai playoff per i manzoniani, addirittura sei per i Leoni del Garda. Nessuno, però, intende mollare: il rush finale di stagione è ufficialmente iniziato.

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Curiosa la data di scadenza per poter sottoscrivere il programma di fidelizzazione con il club...

Dal Network

Ecco le parole di Gagno, tornato titolare dopo tre mesi, subito migliore in campo...
Nessuna occasione fino al tiro a giro di Bozhanaj all'89'. Un punto arrivato anche grazie...
Al termine del match tra Ascoli e Modena, mister Bisoli ha parlato in conferenza stampa...

Altre notizie

Calcio Ascoli