Calcio Ascoli
Sito appartenente al Network

Catanzaro-Ascoli, gli ex: riecco Vivarini, per Celia è una sfida del cuore

Quaranta e Bayeye hanno un trascorso con le Aquile, Fulignati e Scognamillo in bianconero

Da mister Vincenzo Vivarini ad Andrea Fulignati e Stefano Scognamillo, passando per Danilo Quaranta, Brian Bayeye e la sfida del cuore di Raffele Celia. Sono sei, tre per parte, gli ex della sfida tra Catanzaro e Ascoli, in programma sabato 10 febbraio (ore 16:15) al Ceravolo.

Sponda bianconera, si parte da Quaranta. Il difensore ha indossato la casacca giallorossa nella stagione 2019/2012 presenze complessive, in un campionato condizionato da qualche problema fisico e tante panchine. Nella sua esperienza in Calabria, Quaranta ha avuto come compagno di squadra Bayeye, che oggi ha ritrovato sotto le Cento Torri. Il terzino congolese, infatti, ha vestito giallorosso per due stagioni (e qualche settimana). Proprio il torneo di C 2019/20, poi una sola apparizione a mercato ancora aperto l’anno seguente (disputato in prestito al Carpi) e infine un ruolo da protagonista nei playoff raggiunti con le Aquile nel 2021/22, con un bottino complessivo al Catanzaro che dice 35 presenze e 7 assist. Sarà una sfida molto particolare, invece, per Celia. Il terzino sinistro è nato proprio a Catanzaro ed è cresciuto nelle giovanili dei giallorossi, pur non avendo mai indossato la maglia della prima squadra.

E sponda Catanzaro? Vincenzo Vivarini, che lo scorso anno ha poi riportato in B le Aquile, ha guidato il Picchio nel campionato cadetto 2018/19, nel primo anno di patron Pulcinelli: 43 punti in 36 partite, frutto di 10 vittorie, 13 pareggi e 13 sconfitte (le ultime tre a salvezza matematicamente conquistata) non bastarono però alla riconferma. Sono ex della sfida pure Fulignati e Scognamillo, anche se entrambi hanno lasciato un ricordo meno indelebile. Impalpabile il portiere, arrivato dall’Empoli nel gennaio 2019 e girato in prestito alla Spal. Poi, la cessione al Perugia senza aver mai indossato i guantoni per il Picchio. Scognamillo, invece, ha mosso i primi passi della sua carriera proprio in bianconero. Per lui 49 gettoni e 2 gol in Primavera dal 2010 al 2013, poi 24 presenze nel torneo di Lega Pro 2013/14.

Vari, infine, i doppi ex. Tra i più recenti si ricordano Parlati, Doudou, Prestia e Svedkauskas, ma ci sono pure Giampà e CarboneBrevi è stato difensore nel Picchio e ha allenato le Aquile, come hanno fatto anche Scorsa e Giordano. C’è chi, come Nicolini, ha sia giocato sia guidato entrambi i club, mentre storici mister delle due squadre sono stati Fabbri, Renna e Mazzone (quest’ultimo anche calciatore bianconero).

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

La probabile formazione grigiorossa scelta dai nostri colleghi di CalcioCremonese.it...
“L'Ascoli ci aggrediva sulle seconde palle e non ci faceva giocare, ma i miei ragazzi...
Tre punti ottenuti dai giallorossi al termine di una partita sporca e giocata per larghi...
Calcio Ascoli