Calcio Ascoli
Sito appartenente al Network

Ascoli, ecco il calendario asimmetrico: inizio da brivido, sei scontri salvezza tra febbraio e marzo

Si riparte con due favorite alla promozione e un Bari che ha sfiorato la A lo scorso anno, torna subito il Catanzaro mentre nove mesi dividono dal Cosenza

Ad agosto furono Cosenza, Modena e Feralpisalò. A gennaio saranno Parma, Bari e Como. Per la prima volta in assoluto, la Serie B ha preso forma attraverso un calendario asimmetrico: inedito format in cui le gare d’andata non corrispondono a quelle di ritorno, al contrario di come era sempre accaduto in cadetteria.

Come riporta il Corriere Adriatico, ecco quello che sarà il cammino dell’Ascoli alla ripresa del torneo.

Dopo le sconfitte all’esordio con Cosenza (3-0) e Modena (1-0), l’Ascoli avrebbe dovuto prepararsi alla ripresa del campionato con una doppia sfida casalinga contro i Lupi calabresi e i Canarini emiliani. E invece niente di tutto ciò. L’entropia generata dal sorteggio del calendario asimmetrico ha previsto, per i bianconeri, la ripartenza più difficile: trasferta contro il Parma capolista. Il Picchio, domenica 14 gennaio alle ore 16:15, se la vedrà contro la squadra che guida la classifica del campionato di Serie B con 41 punti. Maggior numero di vittorie (12) e minor numero di sconfitte (2), attacco più prolifico del torneo (37 gol realizzati) e seconda miglior difesa (17 reti subite). Come se non bastasse, al Tardini il Parma è un rullo compressore: unica squadra della B ancora imbattuta tra le mura amiche (6 vittorie e 4 pareggi).

Un inizio da brividi, considerando anche le successive due gare di gennaio: domenica 21 (ore 16:15) sfida al Bari al Del Duca, sabato 27 gennaio ore 14 trasferta contro il Como terzo della classe. Nei primi 270’ del girone di ritorno, dunque, gli uomini di Castori affronteranno due delle super favorite alla promozione e una compagine che, lo scorso anno, ha visto svanire il grande salto tra i più grandi solo all’ultimo secondo della finale playoff contro il Cagliari.

Classifica alla mano, febbraio e marzo saranno i mesi più caldi: in appena 40 giorni, otto sfide che dovranno dare una sterzata al campionato del Picchio. Domenica 4 febbraio (ore 16:15) sfida al Sudtirol che oggi segna la linea salvezza, poi due match più probanti in trasferta col Catanzaro (sabato 10 ore 16:15) e in casa con la Cremonese (anticipo di venerdì 16 febbraio ore 20:30).

Le trasferte contro Feralpisalò e Sampdoria, inframezzate dalla doppia sfida casalinga con Brescia e Reggiana e chiuse dall’altro match al Del Duca contro il Lecco, segneranno il passo. Cinque scontri diretti (o quasi) prima dell’altro match cruciale, a Pasquetta, nella tana dello Spezia.

Ad aprile, poi, ecco nell’ordine, Venezia, Cittadella, Modena e Ternana, mentre il fotofinish di maggio prevede la sfida al Cosenza (a nove mesi di distanza dall’esordio di agosto), la trasferta di Palermo e la chiusura al Del Duca con il Pisa.

19 gare e 57 punti a disposizione per provare a conquistare, con le unghie e con i denti, una nuova, fondamentale e imprescindibile salvezza.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

La probabile formazione grigiorossa scelta dai nostri colleghi di CalcioCremonese.it...
“L'Ascoli ci aggrediva sulle seconde palle e non ci faceva giocare, ma i miei ragazzi...
Tre punti ottenuti dai giallorossi al termine di una partita sporca e giocata per larghi...
Calcio Ascoli