Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Perugia-Ascoli, i precedenti: Curi “stregato”, ma lo scorso anno fu festa bianconera

Ben 16 vittorie del Grifo contro i 5 exploit bianconeri, il Picchio vuole il bis dopo lo scorso anno

Perugia e Ascoli hanno spento le trenta candeline in quanto a sfide disputate in terra umbra.

Il bilancio è nettamente in favore dei biancorossi: ben 16 le vittorie del Grifo contro i 5 exploit del Picchio, 9 invece i pareggi.

Una storia antichissima

Una storia iniziata addirittura nel 1927/28, con il primo storico match nel torneo di Seconda Divisione Sud: l’Ascoli surclassò 1-6 il Perugia in Umbria, nella prima e più eclatante vittoria dei bianconeri. Tre anni più tardi, il via a un trittico di gare in Prima Divisione: 2-2 nel 1930/31, poi il clamoroso 7-0 per il Grifo la stagione seguente e il bis per 1-0 pochi mesi più tardi.

Stesso risultato maturato anche nella Serie C 1938/39, con il Perugia che vinse 1-0 pure le sfide del 1945/46 (sempre in C), del 1951/52 (Promozione Interregionale) e del 1952/53 (IV Serie). L’Ascoli tornò a conquistare un punticino in Umbria solo nella Serie C 1959/60 (2-2), prima di altre due sconfitte nei tornei successivi (1-0 nel 1960/61 e 3-2 nel 1961/62).

Le due squadre finirono poi in differenti gironi, e così la sfida tornò – per la prima volta in Serie B – un decennio più tardi: era la stagione 1972/73, fu 0-0 in Coppa Italia ma il Perugia vinse 1-0 in campionato. Il Picchio si riscattò con gli interessi l’annata seguente: 1-3 con reti di Campanini, Silva e Colautti e a fine stagione i bianconeri vennero promossi in Serie A.

Le sfide tra i grandi

Il Grifo raggiunse l’Ascoli tra i più grandi dodici mesi dopo, con il campionato 1975/76 che segnò così il primo confronto nell’Olimpo del calcio italiano: 1-1 e posta in palio divisa, alla fine però i marchigiani retrocessero in B.

Due anni di purgatorio e i bianconeri si riaffacciarono nuovamente in A: il Perugia vinse 2-0 nel 1978/79, poi arrivarono tre 0-0 consecutivi nel 1979/80 (anche in Coppa Italia) e nel 1980/81, conclusosi stavolta con la retrocessione in cadetteria del Perugia. Quello è stato l’ultimo confronto tra i più grandi, con il match tornato nel 1985/86 in B: l’Ascoli surclassò 0-4 il Perugia, la tripletta di Barbuti e il gol di Trifunivic misero in ginocchio gli umbri e contribuirono a regalare la nuova promozione in A al Picchio.

E’ stato necessario attendere altri nove anni per rivedere nuovamente di fronte Perugia e Ascoli: era il campionato di B 1994/95, stavolta fu il Grifo a trionfare (3-1) e i bianconeri retrocessero in C.

Il nuovo Millennio

E allora ecco un altro balzo di dieci anni, per entrare nel nuovo Millennio: il Perugia vinse 2-0 la gara casalinga della B 2004/05, ma fu l’Ascoli a volare in Serie A dopo la condanna del Genoa e le mancate iscrizioni del Torino e dello stesso Perugia. Gli umbri ripartirono dalla C e poi nuovamente dalla D, con le sfide che sono tornate solo negli ultimi anni: nella Prima Divisione del 2013/14 il Grifo si impose 3-2, poi dal 2015/16 solo match in B con immediato squillo bianconero: 0-2 al Curi grazie alle reti di Jankto e Addae. Nel 2016/17 fu invece 0-0, prima di due successi del Perugia: 1-0 nel 2017/18 con rete di Falco allo scadere, 2-0 nel 2018/19 con doppietta di Vido. Tre stagioni fa, Scamacca per l’Ascoli e Iemmello per il Perugia fissarono il risultato sull’1-1.

Lo scorso anno invece, l’ultimo exploit bianconero: 2-3 grazie alla doppietta di Saric e al gol di Dionisi. L’Ascoli vuole prova a regalarsi un’altra soddisfazione.

GUARDA QUI GLI EX DELLA SFIDA TRA PERUGIA E ASCOLI

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti