Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ascoli, l’analisi dei reparti. L’attacco: Dionisi e Gondo tra gol e sostituzioni, su Ciciretti e Bidaoui…

L’ivoriano è il miglior marcatore della squadra, ma i gol troppo “ristretti” nel tempo. L’ex Pordenone è la sorpresa, Bida invece è un caso

Il percorso di analisi sui reparti dell’Ascoli, al termine del girone d’andata del campionato, si chiude con l’attacco, dopo aver approfondimento rendimento e prestazioni dei portieri (GUARDA QUI), difensori (LEGGI QUI) e centrocampisti (CLICCA QUI).

I numeri di Dionisi

A guidare il Picchio, in veste di capitano e di leader della squadra, ecco Federico Dionisi. Pochi scampoli di gara nelle prime uscite stagionali, poi quasi sempre titolare nelle restanti partite: per l’ex Frosinone, 17 gettoni e 940’ sul rettangolo verde. Centellinato nell’utilizzo: solo in due occasioni Dionisi ha disputato una partita dall’inizio alla fine, nelle restanti è sempre entrato a gara in corso (6 volte) o è uscito anzitempo (in 9 occasioni). Quattro i gol realizzati, che gli hanno permesso di raggiungere quota 116 reti in cadetteria. Ottavo posto assoluto nella classifica dei marcatori all time in Serie B, alla pari con Dario Hubner e a -1 da Francesco Caputo, settimo con 117 gol. Dionisi ha però esultato solo nel mese di ottobre, tra l’altro in quattro match consecutivi contro Modena, Bari, Cagliari e Venezia.

Alti e bassi Gondo

Ed è questo l’aspetto su cui riflettere maggiormente, perché anche le esultanze di Cedric Gondo sono state piuttosto “ristrette” nel tempo. L’ivoriano, miglior marcatore della squadra con 5 gol, ha segnato addirittura quattro volte nelle due gare agostane contro Spal e Palermo (tripletta al Barbera), prima di trovare la quinta rete a Cosenza dopo un’astinenza durata quattro mesi. Gondo è il calciatore più cattivo della rosa bianconera: 5 ammonizioni e 2 espulsioni, ma anche terzo posto in tutta la Serie B per numero di falli commessi (42) Gondo, alla pari con Dionisi, è il calciatore del Picchio più volte sostituito a gara in corso (9).

Le alternative

Al contrario invece, Pedro Mendes è colui che è subentrato più volte dalla panchina. E’ accaduto 10 volte su 12 presenze, una sola delle quali per tutti i 90’. Un gol e un assist finora per il portoghese in 425’ sul rettangolo verde.  Score simile a quello di Christopher Lungoyi: è il calciatore offensivo con il maggior numero di gare giocate (18), ma quasi solo spezzoni (9 ingressi dalla panchina e 8 sostituzioni) e un bilancio di un gol e due assist in 763’ sul campo. Sorpresa Amato Ciciretti: due reti e un assist per l’ex Pordenone in dieci spezzoni di match. È sua la miglior media-gol di tutta la squadra: considerando che il fantasista ha giocato appena 249’ (mai una gara dall’inizio alla fine), ecco che la media dice un gol ogni 124 minuti in campo.

Il caso Bidaoui

Scomparso dai radar invece Soufiane Bidaoui. Appena 11 presenze e 606’ in campo per il marocchino, ma numeri nettamente sbilanciati verso inizio stagione: sempre utilizzato nelle prime 7 partite (con 522’ di gioco), poi solo 4 spezzoni di gara (e appena 84’ in campo) nei restanti 12 match. Davvero non si poteva trovare più spazio per uno dei protagonisti della cavalcata playoff della scorsa stagione?

Per finire, appena 20′ contro il Pisa per il baby Filippo Palazzino. Fuori dai piani societari invece, già da inizio stagione, il bulgaro Atanas Iliev.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti