Calcio Ascoli
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ascoli, occhio al Lecco: clima surreale, ma i lombardi si giocano il tutto per tutto al Del Duca

Patron Di Nunno contro squadra e allenatore, numeri impietosi per i manzoniani

Occhio al Lecco. Massima attenzione al Lecco. Guai a sottovalutare il Lecco. 

La sfida contro i manzoniani, fanalini di coda della Serie B, è piena di insidie. Perché i blucelesti, a -8 dai playout, arriveranno al Del Duca senza nulla da perdere. E, visto il clima surreale che si respira in terra lombarda, servirà il miglior Ascoli per evitare passi falsi che sarebbero drammatici a questo punto della stagione.

Il Lecco, infatti, arriva alla sfida dopo le clamorose dichiarazioni del proprio patron Paolo Leonardo Di Nunno: “Del risultato mi interessa poco perché ormai siamo condannati a retrocedere. Piuttosto mi preoccupa altro. Ancora oggi nel calcio si vendono e si truccano le partite, ho paura di movimenti strani da parte dei nostri tesserati. Spero che mettano il telefono sotto controllo a tutti” aveva dichiarato il numero uno del Lecco dopo la sconfitta per 0-1 contro il Palermo. A tal punto che la Procura della Figc ha aperto un’indagine.

Secca la risposta dei giocatori blucelesti, a sancire un’incredibile spaccatura con il loro presidente: “Esprimiamo sconcerto per le dichiarazioni rilasciate. Le sue affermazioni, riguardanti un presunto coinvolgimento dei tesserati in condotte illecite, sono semplicemente diffamatorie. Nessuno deve o dovrà mai mettere in dubbio il nostro impegno sul campo, la nostra lealtà e la nostra trasparenza. Respingiamo dunque fermamente le illazioni del Presidente, lesive della nostra reputazione, parole che gettano discredito sul lavoro svolto da ogni singolo membro della squadra e sull’immagine del nostro club nel suo complesso. Il nostro gruppo è unito e determinato per continuare, con il massimo impegno, a inseguire una salvezza che a molti sembra impossibile e per difendere l’onore della nostra squadra, della nostra città e dei nostri tifosi, certi di poter sempre onorare sul campo la maglia che indossiamo fino all’ultimo minuto”.

Finito? Macché. Il patron Di Nunno ha rincarato la dose contro l’allenatore Alfredo Aglietti (ex, tra l’altro, dell’Ascoli). “Può essere arrabbiato quanto vuole ma a me non interessa, se andasse via mi farebbe un favore“. 
Clima surreale, insomma, in casa Lecco. E questo deve far tenere l’Ascoli ancor più con le orecchie drizzate. I numeri dei manzoniani sono impietosi: minor numero di vittorie (5) e maggior numero di sconfitte (18), peggior attacco (27 gol segnati) e peggior difesa (54 reti subite). In tutto il 2024, appena un punto in 10 partite.
Occhio al Lecco. Massima attenzione al Lecco. Guai a sottovalutare il Lecco. 
Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sarà lui a guidare i Canarini nello scontro diretto di sabato al Del Duca contro...
Sabato al Del Duca arriverà il Modena che ha esonerato Bianco e preso Bisoli...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Ascoli