Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Penna in trasferta – Ornano: “Per il Cagliari è una gara crocevia”

Cagliari-Ascoli vista da Fabio Ornano di  CalcioCasteddu

Come arriva il Cagliari a questa sfida con l’Ascoli?
Con la consapevolezza che ha già perso fin troppi punti per strada. Viene da quattro pareggi di fila, anche se dopo l’ arrivo di Ranieri ha perso una volta sola a Modena. Ma è troppo poco, troppe partire non chiuse dopo essere passati in vantaggio. C’è la consapevolezza di conquistare finalmente in casa la vittoria che manca da un po’. Questi rallentamenti hanno fatto perdere terreno in classifica. Dal punto di vista dell’umore la squadra non è al top, ma è compatta Ranieri sta tenendo tutti sul pezzo, il punto interrogativo è rappresentato dal fatto che la squadra tira pochissimo in porta e di conseguenza non segna. Questo complica un po’ tutte le strategie e anche la gestione delle partite”.
Vi aspettavate di più dall’arrivo di Ranieri?

Ranieri ha dovuto metterci mano dopo mezza stagione rovinata dalla gestione Liverani, ha sistemato la difesa, ha riportato serenità nell’ ambiente e questo conta tantissimo. L’ ambiente era derelitto sia a livello di tifoseria che di squadra. Credo sia impossibile chiedere di più a Ranieri visto che  ha dovuto rattoppare la situazione”.

Quali armi userà il Cagliari per affrontare l’Ascoli?
“Oltre all’ aiuto del pubblico metterà in campo la grande voglia di rilanciarsi in classifica con aggressività e grinta che la faranno da padrone, anche perché in questo momento il Cagliari è tutto quello che può proporre, insieme ad una difesa abbastanza quadrata, perché a livello d’ attacco, a parte Lapadula, c’è ben poco.
Come è visto questo match in casa Cagliari?
“Come un match crocevia per riprendere terreno. Dal punto di vista psicologico la vittoria ridarebbe linfa per andare ad affrontare poi i cinque scontri diretti, che attendono la squadra, con un po’ di consapevolezza in più. Dall’ altra parte c’è un Ascoli rigenerato dalla cura Breda, questo è sotto gli occhi di tutti.

Che partita si aspetta?
“Mi aspetto che il Cagliari abbia il pallino del gioco come quasi sempre accade, che alterni possesso palla a passaggi lunghi magari con la possibilità di spingere sulla fascia. L’Ascoli dovrà essere bravo ad avere paziente, controbattere e ripartire. Anche se l’ attacco un po’ latita il Cagliari deve per forza sbilanciarsi magari rischiando, ma se l’ obiettivo dichiarato è quello di salire di categoria non si può più perdere tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti