Calcio Ascoli
Sito appartenente al Network

Ascoli-Spezia, i precedenti: sfida storicamente favorevole, ma è obbligatorio vincere ancora

Il Picchio ha vinto ben 11 delle 13 sfide al Del Duca, le ultime tre volte sempre segnando tre reti

Riprendere la marcia, in un match storicamente molto favorevole. Nelle 13 sfide disputate in terra marchigiana tra Ascoli e Spezia, infatti, il Picchio ha vinto addirittura 11 volte, concedendo ai liguri la miseria di un pareggio e un solo exploit.

L’Ascoli ha lasciato un solo punticino agli Aquilotti nei primi novi confronti assoluti nel Piceno. Quello ottenuto dallo Spezia nella stagione di Serie C 1967/68 (1-1 finale). Per il resto, solo vittorie per i marchigiani. L’Ascoli ha ottenuto i tre punti sia nella prima storica sfida del 1961/62 (2-1 allo “Squarcia” con reti di Cavicchia e Mariani per il Picchio) sia nei campionati di Serie C 1968/69 e 1970/71, sempre per 2-1. Nel mezzo, un successo per 1-0 e, a seguire (1971/72) la netta vittoria per 3-0 dell’Ascoli di Rozzi e Mazzone, nella stagione che valse il primo storico approdo dei bianconeri in Serie B.

E così un balzo di oltre 35 anni per ritrovare i due club uno di fronte all’altro. Nel 2007/08, il Picchio si impose 1-0 grazie alla rete di Cioffi e gli Aquilotti sprofondarono in C. A quel punto, nuovo salto di qualche anno. Lo Spezia tornò in Serie B nel 2012/13, l’Ascoli vinse con un netto 2-0 il match d’andata (reti di Feczesin e Loviso). Il folle 4-3 della gara di ritorno, però, dopo che il Picchio si era ritrovato avanti 0-3, diede il via all’incubo dei marchigiani, sprofondati dalla zona playoff a quella retrocessione.

A quel punto, Ascoli e Spezia hanno incrociato di nuovo gli artigli nel 2015/16: netto 3-0 timbrato Petagna, Addae e Cacia. Nel torneo seguente ecco materializzarsi la prima (e finora unica) vendetta ligure: 0-2 con doppietta di Nenè.

Da allora, tre sfide e altrettante vittorie dell’Ascoli, che ha ripreso la super marcia casalinga contro lo Spezia. Doppio 3-1 sia nel 2017/18 (D’Urso, Carpani e Favilli) sia nel 2018/19 (Ardemagni, Cavion e Padella), mentre nel 2019/20 Ninkovic, Da Cruz e Ardemagni annichilirono 3-0 la squadra di Italiano, che sarebbe poi approdata in A.

Sabato l’almanacco si aggiornerà, ma la cabala da sola non basta. Si parte dallo 0-0. All’Ascoli il compito di mantenere l’ottimo score casalingo contro lo Spezia: serve una vittoria, per scacciare via i fantasmi e iniziare a risalire la classifica.

 

Foto Ascoli Calcio

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Ci sono 13 partite ancora da giocare, 9 delle quali contro avversarie nella parte destra...

Dal Network

La probabile formazione grigiorossa scelta dai nostri colleghi di CalcioCremonese.it...
“L'Ascoli ci aggrediva sulle seconde palle e non ci faceva giocare, ma i miei ragazzi...
Tre punti ottenuti dai giallorossi al termine di una partita sporca e giocata per larghi...
Calcio Ascoli