Calcio Ascoli
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

L’Ascoli si fa raggiungere dal Benevento, 1-1 davanti a 177 cuori bianconeri

Botteghin illude nel primo tempo, il Picchio non trova il raddoppio e Farias fa 1-1. Nel finale clamorosa traversa di Improta

E’ terminata 1-1 la sfida tra Benevento e Ascoli al Vigorito. Vantaggio bianconero con Botteghin, poi il Picchio spreca tante chance per raddoppiare e a inizio ripresa i giallorossi pareggiano con Farias. Nel finale occasionissima per Improta. Entrambe le squadre interrompono la striscia di due ko consecutivi, ma sono nella parte destra di classifica: Ascoli a quota 9, Benevento a 8. 

Squadre scese in campo con un modulo diverso rispetto al pre-sosta. L’Ascoli di Bucchi sceglie il 3-5-2, con Quaranta in difesa insieme a Botteghin e Bellusci e il duo Falasco-Falzerano sugli esterni, con Dionisi-Gondo coppia d’attacco. Il Benevento si schiera invece con un 3-4-2-1, con Improta più avanzato al fianco di Ciano e alle spalle di Forte.

Molto meglio l’Ascoli nel primo tempo: pronti-via e Picchio in vantaggio grazie alla zuccata di Botteghin su perfetta punizione dalla destra di Falasco. 

I bianconeri avrebbero l’opportunità di raddoppiare in più occasioni: due chance per Dionisi, poi due tentativi di Caligara e Quaranta e un rigore in movimento fallito da Caligara. Ascoli ottimamente messo in campo e bravo a pressare alto un Benevento praticamente assente dal campo e pericoloso dalle parti di Guarna solo all’ultimo istante con un colpo di testa di Glik terminato abbondantemente alto.

Nella ripresa però, la rivoluzione di Cannavaro cambia il match: subito dentro Farias, Simy e Schiattarella e dopo due minuti il Benevento trova il pareggio. Guarna è strepitoso sul colpo di testa di Simy, ma la palla torna a Ciano che vede libero Farias: 1-1 e Vigorito in festa.

Al 60′ un possibile sliding door del match: si fa male Glik e il Benevento è costretto all’ultimo cambio con oltre mezz’ora da giocare, Bucchi risponde con la velocità di Bidaoui al posto di Dionisi. E invece la gara inizia a spezzettarsi, con tanti falli e diversi ammoniti (addirittura tre in una sola azione per l’Ascoli).

Nel finale Bucchi getta nella mischia anche l’ex Ciciretti a oscillare tra le linee di centrocampo e attacco, ma è del Benevento l’occasione più nitida al 90′ con un’incredibile traversa colpita da Improta. 

Al triplice fischio è 1-1: Ascoli a quota 9, Benevento a 8. 

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nestorovski sta trovando la condizione migliore ...
Situazione molto delicata per il Picchio, le prossime tre gare saranno cruciali per il futuro...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Ascoli