Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Road to Ascoli-Ternana: gioie e dolori per il Picchio nelle gare d’esordio, ma è caccia al tris al Del Duca

I bianconeri hanno vinto gli ultimi due match d’esordio tra le mura amiche, ma in passato il tabù è durato a lungo

Partire subito con il piede pigiato sull’acceleratore. Questo l’obiettivo dell’Ascoli, che domenica 14 agosto (ore 20:45) farà il proprio esordio in campionato al Del Duca contro la Ternana. 

Un successo contro le Fere darebbe una grande carica a tutto l’ambiente e permetterebbe al Picchio di migliorare una piccola, ma importante, statistica: nelle ultime due stagioni in cui l’Ascoli ha esordito al Del Duca (nel 2019/20 e nel 2021/22) sono arrivate altrettante vittorie.

Lo scorso anno la rete di Bidaoui regalò il successo per 1-0 contro il Cosenza ai ragazzi di Sottil, mentre tre stagioni fa il Picchio di Zanetti si impose 3-1 contro il Trapani grazie alle reti di Scamacca e Da Cruz e all’autorete di Luperini. E siccome “Non c’è due senza tre”, la speranza è che anche contro la Ternana si possa subito festeggiare tra le mura amiche.

Un tabù durato anni

Occhio però, perché in passato le gare d’esordio sono spesso state molto difficoltose. Il successo di tre anni fa contro i siciliani ha permesso di interrompere un tabù che durava addirittura dalla stagione 2008/09: era da allora che l’Ascoli non vinceva la prima gara di campionato in Serie B. In quel campionato, con Di Costanzo in panchina, il Picchio superò 1-0 il Vicenza grazie alla rete di Cristian Bucchi, oggi allenatore dei bianconeri.

Da lì in avanti però, l’Ascoli non aveva più vinto all’esordio in cadetteria: nel 2009/10 1-1 casalingo contro il Gallipoli, nel 2010/11 0-0 in Toscana contro il Grosseto. Nel 2011/12, al Del Duca il Picchio cadde 1-2 contro il Torino, mentre nel 2012/13, anno culminato con la retrocessione in C, l’Ascoli venne sconfitto 2-0 in quel di Varese.

Meglio non era finora andata all’Ascoli dalla stagione 2015/16, quella del ritorno in B. Quell’anno, la squadra di Petrone cadde 2-0 contro il Lanciano, mentre la stagione seguente fu 1-1 in casa della Pro Vercelli. Nel 2017/18 ancora sconfitta in trasferta contro il Cittadella (3-2), mentre quattro anni fa solo la rete di Brosco a tempo scaduto ha permesso ai bianconeri di acciuffare il Cosenza sull’1-1 al Del Duca.

A caccia del tris

Il tabù è stato dunque interrotto solo dall’Ascoli di Zanetti e la striscia positiva è proseguita lo scorso anno con i bianconeri di Sottil: nel mezzo, il pareggio per 1-1 in quel di Brescia nella prima giornata del 2020/21. Ma poco importa. “Non c’è due senza tre”, recita il noto proverbio: l’Ascoli al Del Duca va a caccia del tris.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

L'ex capitano dell'Ascoli

Adelio Moro

Icona e bomber del grande Ascoli

Renato Campanini

Il bomber verdeoro dell'Ascoli

Walter Casagrande

Altro da Approfondimenti