Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ascoli, l’ex Davide Tentoni: “Bucchi può essere l’uomo giusto per il Picchio”

L’ex centrocampista ha parlato della situazione dei bianconeri, ecco la sua intervista

L’arrivo ad Ascoli nella stagione 2001/02 e subito un posto da titolare nella squadra guidata da Giuseppe Pillon. Perno del centrocampo di un gruppo passato alla storia come “Diabolici”, tra i protagonisti della rosa capace di riportare il Picchio in Serie B a distanza di sette anni dall’ultima volta. Poi altri due campionati con la maglia bianconera tra i cadetti, per un totale di 67 presenze e un gol nei tre tornei disputati sotto le Cento Torri.

Davide Tentoni, a distanza di tanti anni, è ancora oggi molto legato all’Ascoli Calcio ed è stato lui a parlare, sulle colonne del Corriere Adriatico, della situazione dei bianconeri.

Sulla stagione dell’Ascoli

“Sono rimasto molto soddisfatto. Ho seguito diverse gare dell’Ascoli, mi è piaciuto il modo in cui la squadra ha assimilato e fatto propri la cultura e lo spirito del popolo ascolano. Tutti i giocatori hanno lottato su ogni pallone, ciascuno ha onorato la maglia e questo ha riacceso un grande entusiasmo tra i tifosi. Ho provato anche un po’ di invidia. Vedere così tanta gente allo stadio mi ha fatto tornare in mente i bellissimi anni trascorsi ad Ascoli. Emozioni indescrivibili, sono davvero felice che il Picchio sia riuscito a disputare un torneo prestigioso”.

Sul trascorso in bianconero

“Ho ricordi davvero stupendi. Ascoli è stata la tappa più importante della mia carriera calcistica. Con la maglia bianconera mi sono sentito calciatore vero: ho dato il massimo per la causa, ho ricevuto tantissimo calore dalla piazza e dalla città. Abbiamo regalato una grande gioia alla tifoseria con la vittoria del campionato di C e il ritorno tra i cadetti, c’era una splendida sintonia tra noi calciatori e tutto l’ambiente”.

Sul nuovo allenatore Bucchi

“Cristian può fare al caso dei bianconeri. Ci siamo solo sfiorati all’Ascoli, perché lui è arrivato al Picchio nella stagione in cui io sono andato a Viterbo. Ma con lui avevo già giocato in precedenza al Perugia. E’ un ragazzo buono e generoso, una persona molto umile, seria e preparata. Ha la giusta esperienza per fare bene, ha già allenato in B e soprattutto conosce la piazza bianconera avendoci giocato: sa quello che l’ambiente chiede e soprattutto quello che può dare, se si crea il giusto entusiasmo l’Ascoli può fare bene anche la prossima stagione”.

Sul campionato di Serie B 2022/23

“Il campionato cadetto è sempre difficile e imprevedibile. Se leggi i nomi delle singole squadre, c’è davvero tanto blasone nel prossimo torneo. Sia dalla Serie C sia dalla Serie A sono tornati in B club con una storia e una tradizione davvero importante, oltre che piazze calorose e visceralmente legate ai propri colori. Come sempre però, ci sarà da lottare e sudare: nessun risultato sarà scontato, ci saranno sorprese, delusioni e conferme. Tra quest’ultime, mi auguro davvero che possa figurare anche l’Ascoli: i bianconeri hanno tutte le carte in regola per fare bene. Faccio il mio più grande in bocca al lupo al Picchio e ne approfitto per un caloroso saluto a tutti i tifosi dell’Ascoli”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti