Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ascoli, sciarpe e bandiere già pronte: 18.500 km per seguire il Picchio su e giù per l’Italia

I tifosi bianconeri seguiranno la squadra di Bucchi nei vari stadi della prossima Serie B, ecco le distanze da percorrere

Diciottomila e cinquecento, tra andata e ritorno.

Saranno questi, metro più metro meno, i chilometri che macinerà l’Ascoli Calcio su e giù per l’Italia nel corso della stagione di Serie B 2022/23.

Le trasferte più vicine

Confermati i viaggi più brevi, che saranno quelli direzione Umbria per affrontare Ternana e Perugia. Circa 125km di strada separano Ascoli da Terni, una manciata di chilometri in più invece (150) sono necessari per raggiungere il capoluogo di regione: in circa due ore però, ecco coperto il viaggio per affrontare Fere e Grifo. Con circa tre ore si raggiunge invece Frosinone, unica rappresentante della regione Lazio: 230 i km da percorrere per la squadra e per tutti i tifosi che vorranno essere presenti allo Stirpe.

Soglia 400

Viaggi sotto soglia 400 chilometri per quanto concerne le trasferte in Campania, Toscana, Emilia Romagna e Puglia. In circa 4 ore si raggiunge Benevento (320km) mezz’ora in più per arrivare sulla dorsale tirrenica e coprire i 380 chilometri direzione Pisa. Ben tre invece le trasferte in Emilia Romagna: quattro ore e 370 chilometri separano Ascoli da Ferrara (Spal), con un tragitto molto simile si raggiunge anche Modena (380km). Servirà invece qualche minuto in più per percorrere i 420 chilometri necessari per raggiungere Parma. La trasferta contro i gialloblù è leggermente più lontana dell’unico viaggio in Puglia: 400km e quattro ore per arrivare a Bari.

Da Nord a Sud

Bisognerà fermarsi una volta in autogrill per raggiungere le due destinazioni del Veneto. Tragitto di 480km e quattro ore e mezzo per sfidare il Venezia, praticamente la stessa distanza che divide la città delle Cento Torri da Cittadella. La retrocessione del Genoa spalancherà le porte dello stadio Marassi: ci sono però 530km e sei ore di strada per tagliare in due l’Italia e raggiungere il capoluogo ligure. La doppia trasferta in Lombardia prevede oltre 5 ore di auto e 520 chilometri per raggiungere Brescia, quasi sei ore e 600km per arrivare invece fino a Como, con lo scorcio sul Lago che ripaga però della durata del tragitto.

I viaggi più lunghi

Per assistere al match contro il Sudtirol a Bolzano bisogna percorrere 600km e sei ore di autostrada, ce ne vogliono invece sei e mezza per arrivare al San Vito di Cosenza. Meno comunque di quanto è necessario, via terra, per raggiungere Reggio Calabria: 800 chilometri e otto ore per i coraggiosi che seguiranno il Picchio al Granillo. Servirà necessariamente raggiungere l’aeroporto per arrivare invece sulle isole: 742 i chilometri via aria che separano Ascoli da Cagliari, addirittura 1030 quelli necessari per coprire la tratta fino a Palermo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.