Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Da Petrone a Cosmi, da Vivarini a Sottil. Ascoli, quanti cambi in panchina dal ritorno in B

Bianconeri in attesa del nuovo allenatore, chi sarà il nuovo mister?

In attesa di capire chi sarà il nuovo allenatore dell’Ascoli dopo la rescissione del contratto con Andrea Sottil e il mancato matrimonio con Filippo Inzaghi, la cosa certa è che si andrà ad aggiornare l’elenco dei tanti allenatori che si sono avvicendati sulla panchina bianconera dal ritorno del Picchio in Serie B nella stagione 2015/16.

L’era Francesco Bellini

In quel campionato, a guidare l’Ascoli c’era Mario Petrone. Dopo di lui ecco alternarsi Devis Mangia, la coppia Cesare Beggi-Paolo Cozzi, Alfredo Aglietti, il duo Fulvio Fiorin-Enzo Maresca, poi il solo Fiorin e infine Serse Cosmi: una girandola di mister con l’italo-canadese Francesco Bellini al vertice del Picchio. Ben 7 i cambi in panchina. 

I mister di Massimo Pulcinelli

Poi l’industriale farmaceutico ha lasciato il posto all’imprenditore Massimo Pulcinelli, con l’elenco degli allenatori che ha continuato ad aggiornarsi. Quando il numero uno di Bricofer è diventato patron dell’Ascoli ha deciso di iniziare un nuovo progetto: niente rinnovo per Cosmi e squadra affidata a Vincenzo Vivarini. Stagione tra alti (su tutti le vittorie contro Hellas Verona, Benevento e Crotone) e bassi, con il fondo toccato nel drammatico 7-0 di Lecce che ha eguagliato il passivo del 1983 in Serie A contro la Juventus di Trapattoni.

Al termine della stagione addio con Vivarini e inizio di un nuovo progetto con Paolo Zanetti: vetta solitaria della classifica alla 5° giornata, come in B non accadeva all’Ascoli da ben 27 anni, poi però cinque sconfitte in sette gare tra dicembre e gennaio spezzarono l’incantesimo. Al suo posto il traghettatore Guillermo Abascal, tecnico della Primavera, che ottenne un exploit per 0-3 a Livorno, prima di fare spazio al nuovo mister Roberto Stellone: due pareggi e tre sconfitte e ritorno di Abascal. Con il giovane spagnolo però, due ko in due gare post Covid e mossa della disperazione chiamata Davide Dionigi: grande finale di stagione, salvezza ma altro ribaltone in panchina.

Bertotto, Sottil e…

Il torneo 2020/21 è iniziato con l’esordiente Valerio Bertotto, presto sostituito dall’esperto Delio Rossi. Disastro però per entrambi, con il peggior inizio di campionato nella storia dell’Ascoli in Serie B (6 punti in 14 partite). E allora altra mossa della disperazione, stavolta chiamata Andrea Sottil. Scelta assolutamente vincente: incredibile salvezza lo scorso anno e traguardo playoff in questa stagione, per un totale di 103 punti sulla panchina dei bianconeri. Ora la rescissione del contratto e un nuovo cambio in panchina. Chi sarà il prossimo mister dell’Ascoli Calcio?

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.