Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ascoli, l’ex Mario Bonfiglio: “Grande Pulcinelli e grandi tifosi, avanti Picchio”

L’ex attaccante bianconero ha parlato a 360° della stagione bianconera

Due stagioni e mezzo con la maglia bianconera, per un totale di 64 presenze e 19 gol. Alcuni dei quali decisivi, come quelli per il trionfo in Supercoppa di Serie C contro il Livorno dopo aver contribuito alla vittoria del campionato 2001-02 dell’Ascoli dei Diabolici.

Mario Bonfiglio è ancora oggi molto legato alla città e ai colori bianconeri e sulle colonne del Corriere Adriatico ha parlato a 360° del Picchio. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni.

Sul campionato appena concluso

Sono rimasto molto soddisfatto dal percorso dei bianconeri. È stata allestita un’ottima squadra fin dal ritiro estivo, poi nel mercato di gennaio il gruppo è stato splendidamente rafforzato con innesti mirati che hanno permesso di compiere un salto di qualità. Quello che mi è piaciuto in assoluto, è aver visto l’Ascoli giocarsela alla pari contro ogni avversaria. Chissà cosa sarebbe successo nel finale di stagione se l’Ascoli nei primi mesi avesse conquistato 3-4 punti in più tra le mura amiche”. 

Sull’allenatore

Sottil, oltre ad aver fatto bene sul campo, ha incarnato al meglio i caratteri tipici dell’ascolano: grinta, rabbia e determinazione. Un allenatore sanguigno, sempre l’ultimo a mollare: questo è piaciuto ai tifosi, perché anche loro sono così, ed è stato trasmesso alla squadra. Credo che ad Ascoli serva un allenatore con questa tempra e carattere”. 

Sui tifosi

Io ho speso tante parole per il popolo bianconero, non sto a ripetere l’amore e la passione che tutta la città nutre per questa maglia. Mi è sembrato di rivivere le più belle partite con i Diabolici: tutto l’ambiente è stato spinto da un entusiasmo contagioso”.

Su patron Massimo Pulcinelli

“Faccio una premessa: al giorno d’oggi è difficilissimo trovare qualcuno che, senza essere di un certo territorio, investa soldi e metta la faccia nella squadra di calcio di quel luogo. Questo fa onore a Pulcinelli, che si è assolutamente meritato una stagione più soddisfacente di quelle terminate con salvezze all’ultimo respiro. E credo sia molto bello anche il rapporto che si è creato tra il patron e la tifoseria: qualcuno all’inizio era scettico, ma Pulcinelli ha investito tempo e soldi nell’Ascoli e questo gli va riconosciuto”. 

Sulla prossima Serie B

“Sarà un altro torneo bellissimo. Non ci sono più Lecce e Monza, ma tornano – su tutte – Genoa, Cagliari e Bari, che metteranno sul piatto cifre importanti per provare a centrare i primi due posti in classifica. E poi Modena e Venezia, Brescia, Parma, Benevento e qualche possibile sorpresa. Sarà un campionato duro per tutti, ma proprio per questo ancor più entusiasmante. L’Ascoli? Mi auguro davvero che possa disputare un campionato di livello: se lo merita la società e se lo meritano i tifosi”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti