Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ascoli, senti Franco Colomba: “La prossima B sarà una Serie A2, ecco come essere protagonisti”

L’ex allenatore del Picchio ha analizzato la stagione dei bianconeri di mister Sottil

Pochi mesi sulla panchina dell’Ascoli sono stati sufficienti a Franco Colomba per ritagliarsi un posto nel cuore dei tifosi bianconeri.

Era la stagione di Serie B 2008/09 e il Picchio, alla 17° giornata, era in crisi nera: appena 12 punti in classifica e due allenatori esonerati, Di Costanzo prima e Chiarenza poi. In panchina arriva allora Colomba, che riesce a dare la svolta alla stagione: il tecnico si presenta con tre vittorie consecutive che ridanno ossigeno e fiducia all’ambiente. A fine stagione fu salvezza diretta a quota 51, nonostante un punto di penalizzazione.

L’ex allenatore bianconero, intervistato dal Corriere Adriatico, ha analizzato il campionato disputato dall’Ascoli di Andrea Sottil. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni.

Sulla stagione del Picchio

“Il mio giudizio è molto positivo. I bianconeri hanno disputato un grande campionato, stazionando stabilmente nelle zone nobili di classifica. L’Ascoli ha meritatamente conquistato un piazzamento nei playoff, peccato solo che contro il Benevento non sia andata come sperato. Peccato perché il Picchio ha avuto diverse occasioni per passare in vantaggio, ma non è riuscito a trovare il gol ed è stato colpito al primo e forse unico vero affondo degli ospiti. Il Benevento ha oggettivamente fatto poco, ma il calcio è anche questo”.

Sull’allenatore Andrea Sottil

“Lo conosco perché ho avuto modo di allenarlo quasi vent’anni fa, ai tempi della Reggina. È un uomo intelligente e dal grande carattere, che ha dimostrato con i fatti di poter sedere su una panchina di Serie B. Una salvezza come quella dello scorso anno e un piazzamento playoff come in questa stagione non si ottengono per caso: bisognerà ripartire da lui per affrontare un altro campionato da protagonisti”. 

Sulla squadra

“L’arma in più è stata l’unità del gruppo. Bisogna ripartire da Sottil, dal direttore sportivo Valentini e da un gruppo valido e che conosce bene l’ambiente bianconero. Sicuramente andrà limato qualcosa in alcuni reparti chiave della squadra, ma credo che con 3-4 innesti mirati e di spessore il gruppo possa essere già pronto per la prossima stagione”. 

Sui tifosi

“Vedere quasi 11mila sostenitori colorare di bianconero il Del Duca è stato davvero bellissimo. Ricordo un derby con l’Ancona in cui tanti supporters riempirono lo stadio, non ho mai dimenticato il calore del popolo ascolano. La squadra ha regalato alla piazza la speranza di raggiungere un grandissimo sogno: questa è sicuramente la parte più bella di una grande ed emozionante stagione”.

Sulla Serie B 2022/23

“Sarà una sorta di Serie A2. Il ritorno del Bari e del Modena dalla C, le retrocessioni di Venezia e Genoa che avranno il paracadute dalla Serie A. E poi Parma, Spal, chi non riuscirà a trionfare nei playoff di B e tante altre ancora: ci sono davvero squadre blasonate e di assoluto prestigio nel prossimo torneo cadetto. Sarà un campionato da seguire con grande attenzione: spero che l’Ascoli possa svolgere un ruolo da protagonista anche il prossimo anno”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.