Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Il giorno più buio: i tifosi dell’Ascoli ricordano Roberto Strulli

Cinquantasette anni fa la scomparsa del portiere bianconero in seguito a uno scontro di gioco nel derby contro la Samb

Sembra ieri, ma sono già trascorsi 57 anni da quel drammatico scontro di gioco in un Sambenedettese-Ascoli che portò alla morte del portiere bianconero Roberto Strulli.

Era il 14 febbraio 1965, allo stadio Ballarin si disputava il derby valido per la 4° giornata di ritorno del girone C di serie C. I rossoblù conducevano per 2-0 quando Strulli, nel tentativo di sventare una pericolosa azione avversaria, si gettò su una palla vagante anticipando l’attaccante della Samb Alfiero Caposciutti. I due però si scontrarono involontariamente: l’impatto fu tremendo e Strulli svenne a terra, in coma.

Trasportato d’urgenza in ospedale, gli furono diagnosticati frattura della mandibola, lesione encefalica e contusione cerebrale: Strulli non riuscì a superare la notte, si spense all’alba di quell’assurdo 15 febbraio. Il lutto colpì non solo Ascoli e il Piceno, ma tutto il mondo del calcio.

Due mesi dopo la morte del marito, la moglie Luana partorì il loro figlio: Roberto jr, in memoria del padre.

Nessun tifoso dell’Ascoli può dimenticare chi perse la vita vestendo i colori bianconeri. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.