Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ascoli spento e poco lucido, ma adesso bisogna ripartire

Tanti aspetti non hanno funzionato contro il Cittadella, ma il 2-0 del Tombolato deve rappresentare solo un incidente di percorso

Un solo tiro in porta, due ingenuità in area di rigore, un centrocampo annullato da quello avversario e una squadra apparsa poco lucida rispetto alle ultime uscite. Queste, in estrema sintesi, le sliding doors della sconfitta maturata al Tombolato contro il Cittadella.

I veneti, schierati con un 4-3-1-2 a specchio, sono apparsi più attenti e compatti dell’Ascoli, vincendo molti duelli a centrocampo e prendendo fin da subito le misure all’attacco del Picchio, incapace di impensierire il portiere dei granata.

Nella sfida tra due squadre reduci da sei risultati utili consecutivi, è stato il Cittadella a proseguire la sua corsa, mentre i bianconeri hanno invece interrotto il proprio cammino. Per la seconda gara consecutiva, il Picchio non ha trovato la via della rete. A esultare sono invece stati gli avversari, con la doppietta dell’ex Baldini che, in due stagioni e 39 presenze con l’Ascoli, aveva invece segnato un solo gol.

La sconfitta del Tombolato non può e non deve però vanificare quanto di buono visto finora. L’Ascoli, a quota 26, è ancora a distanza di sicurezza dalle zone rosse di classifica e in piena lotta per i playoff. Il ko contro il Cittadella deve quindi rappresentare solo un incidente di percorso, perché questo Picchio può giocarsela contro chiunque. Testa subito alla Cremonese.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.